Lettera a Sanremo: autori?- di Cristiano Minellono Stampa
Scritto da Daniela Colamasi   
Mercoledì 15 Febbraio 2012 19:55

 

 

 

 

 

 

 

FESTIVAL DELLA CANZONE ITALIANA DI SANREMO 2012

 

Una prima serata disastrosa. Questo Festival  sta registrando da parte di tutti gli telespettatori una indignazione popolare come mai nella sua storia, e FB è la vera platea. Difficile trovare un commento che mostri anche solo un lato positivo o accettabile di questa manifestazione. Noi pubblichiamo, con il suo assenso, l'intervento di Cristiano Minellono,uno degli autori italiani più importanti, pubblicato proprio sul suo profilo FB. Il Festival è l'occasione per dire, o meglio per gridare, con meraviglia, stupore, rabbia, orgoglio che nessuna canzone esisterebbe se non ci fossero gli autori e i compositori, dimenticati, lasciati lì da un insieme di insalata russa di starlette con velleità recitative, presentatori che presentatori non sono mai stati, fine dicitori che non si curano neanche di quello che dicono, intrattenitori improvvisati uniti solo da tanta superficialità e ignoranza intellettuale.

L'appoggio alle parole di Cristiano Minellono è totale da parte di Scénario Musica e del suo direttore perchè è la battaglia per la cultura e l'arte italiana.

 

 

 

 

 

 

 

LETTERA A SANREMO.

AUTORI ?

 

 

Sono Cristiano Minellono, 65 anni, da 45 autore di moltissimi grandi successi in Italia e nel mondo. Vincitore di Sanremo, Disco per L’estate, Festivalbar, miglior autore Europeo 1980/1985 con circa 150.000.000 di dischi venduti in carriera … beh sono un uomo arrivato!!.....ma arrivato dove?

Nessuno mi ha fatto cavaliere del lavoro, eppure tanti lo sono diventati, atleti,cantanti, piccoli industriali e tanti altri con meriti minori,il mio paese natale non mi dedicherà una via, eppure ne hanno dedicate a cani e porci, eppure ho fatto qualcosa per il mio paese,oltre a pagare le tasse fino all’ultima lira (visto che i nostri rendiconti arrivano in copia all’ufficio delle entrate)ho portato come molti miei colleghi la canzone Italiana nel mondo,producendo dei guadagni miliardari di cui ho visto solo le briciole. E in più, a 65 anni, scopro che non andrò neanche in pensione .. perchè? .. perchè siamo l’unica categoria di lavoratori che non ha una pensione nè una assicurazione malattia e infortuni.

E adesso cosa faccio?...certo io ho la fortuna che molti miei successi sono ancora attuali e mi permettono di vivere decentemente, ma i miei colleghi che non hanno avuto la stessa fortuna?

Perché un paese del quale non ci siamo mai dimenticati nelle nostre canzoni ci ha ignorati … dimenticati?

Perché anche il FESTIVAL DELLA CANZONE ITALIANA DI SANREMO è diventato una specie di reality dove si alternano, imbonitori, comici, subrettine e modelle, ospiti stranieri pagati cifre iperboliche e si è dimenticato degli autori?

Una volta Nunzio Filogamo,Mike Bongiorno,Pippo Baudo il sabato sera tardi proclamavano LA CANZONE vincitrice del Festival ed il premio veniva ritirato dagli autori …. oggi proclamano IL CANTANTE vincitore e degli autori nemmeno l’ombra.

Eppure se noi non scrivessimo le nostre canzoni, non esisterebbero i discografici, gli editori, i negozi di dischi, le sale di incisioni, le stamperie, i giornali di settore, i programmi tv musicali, le radio, i registratori, youtube, Itunes e guarda caso neanche il Festival di Sanremo .. eppure grazie a noi tutto questo esiste … siamo noi che non esistiamo!

Caro governo Italiano … al quale stanno così a cuore i precari, i lavoratori interinali, gli operai, i dipendenti pubblici, i gay, i commercianti ecc …. alla lettera A .. solo per una questione alfabetica mettici anche gli Autori!

E intanto sono qui a chiedermi con i miei colleghi …..

Ma allora, se non l’ho fatto per i soldi, se non l’ho fatto per la gloria … perché ho fatto l’autore?

 

https://www.facebook.com/cristiano.minellono

https://www.facebook.com/pages/Cristiano-Minellono-Fans-Club/203916479691262