scenario musica
scanario musica



 

Scénario Musica è una rivista  che ospita saggi, approfondimenti e informazioni volti a fornire strumenti di studio nell'ambito della Storia della Canzone Italiana moderna e contemporanea,senza tralasciare altri generi e tradizioni musicali.

Compito del periodico è cogliere il carattere specifico di interpreti, autori dei testi, compositori, musicisti e direttori d'orchestra, scrittori ed editori, ma anche Istituzioni, Scuole, Conservatori auspicando una futura storicizzazione della Storia della Canzone Italiana.

Registrazione in Tribunale n.10/15 R.G. del 06/08/2015

Pubblicazioni n.295 saggi interviste e  comunicati. Video n.21 nel canale YT Scènario Musica.  Notizie flash 2


    Oggi è il 27-03-17

Premio 'Il Volo sei concerti in Sicilia tra arte ed emozioni'

Premio Giornalistico per giovani studenti
'Il Volo, sei concerti in Sicilia tra arte ed emozioni'

certamen@scenariomusica.com

Notizie flash dalle agenzie stampa NEW!!!!!

I VIDEO più visti,canale YT. I SAGGI più letti

 

21.327 visualizzazioni : Ignazio Boschetto concerto a Marsala

13.214 visualizzazioni: Piero Barone festeggiato a Naro (AG)

6.154 visualizzazioni: Intervista a Roberto Vicari su I. Boschetto

1.548 visualizzazioni: ESC 2015

1.682 visualizzazioni: Gianluca Grignani Tour

altri .....

 

11167 visite:Festival celtico

5817 visite:  Mamma mia musical

5686 visite: Lorenzo Delli Priscoli

3533 visite: Miramare di Soverato

3359 visite: Wind Music Awards

3029 visite: Fabio Koryu

2947 visite: 'La notte dell'addio'

altri .....

(aggiornamenti al 08/06/2016)

cerca

Il Volo al 60° Eurovision Song Contest considerazioni di 42 liceali-a cura di Daniela Colamasi PDF Stampa E-mail
Giovedì 28 Maggio 2015 00:00

 

 

 

 

a cura di e foto di Daniela Colamasi

presentazione su https://www.youtube.com/watch?v=h0nTuUFvn8s

 

La musica non ha età.

Esistono tanti generi musicali, ma quando nasce un interprete che con la sua sensibilità e forza evocativa riesce a provocare emozioni allora è un dono. Questa volta Apollo ne ha regalati alla sua vecchia terra siciliana ben due. E all'intera Italia tre, tutti insieme. Piero Barone, Ignazio Boschetto, Gianluca Ginoble.

Con la canzone Grande Amore (lirics & music Francesco Boccia, Ciro Esposito) sono stati i più votati con 366 all'Eurovision Song Contest tenutosi a Vienna sabato 23 maggio 2015; seguiti dalla Russia con 286 e terza la Svezia ben staccata con 279. Uno strano meccanismo che dava ai giurati il 50% ha capovolto e stravolto i risultati offrendo curiosamente alla Svezia il primo posto. Pur nella apparente liceità del regolamento la sensazione non è stata sicuramente positiva.

Sono adesso alcuni liceali del secondo anno del Liceo Scientifico e Linguistico Archimede di Acireale ad esprimere le loro considerazioni, le conclusioni sono identiche a quelle del vasto pubblico europeo:  lodi per Il Volo e uno zero tondo tondo per le giurie.

 

Il gran finale all'ESC de Il Volo con Grande Amore in italiano:

https://www.youtube.com/watch?v=1TOMqZV2jA8

Il Volo, Sony Music Italia

 

Il gran finale della seconda classificata Polina Gagarina ‘A million voices’, in inglese

https://www.youtube.com/watch?v=GVJW9ImpiWc

 

Il gran finale del primo classificato nella classifica combinata Måns Zelmerlöw ‘Heroes’, in inglese.

https://www.youtube.com/watch?v=5sGOwFVUU0I

 

 

Vienna,Scenografia per Il Volo, Ignazio Boschetto, Piero Barone, Gianluca Ginoble

La scenografia dal gusto neoclassico ideata per l'esibizione de Il Volo,

a sinistra Gianluca Ginoble,al centro Ignazio Boschetto ed a destra Piero Barone

 


Le bellissime voci, la scenografia neoclassica di Sebastiano Arcidiacono

La canzone del gruppo Il Volo, Barone Boschetto Ginoble, è subito iniziata con un maestoso scenario blu scuro che avvolge i tre cantanti nell'oscurità. Immagini neoclassiche di colonne, statue di uomini,cavalli ed una Venere. La splendida voce dei cantanti, è sin dall'inizio accompagnata da quella degli spettatori come in un coro. Il gioco di luci segue il ritmo musicale che man mano raggiunge altre tonalità illuminando i tre cantanti fino a quando tutto nel  palco assume un colore blu acceso. L’immagine raffigurata nello schermo si accende di rosso, e proprio qui si nota un’altra figura come un piccolo puttino danzante adagiato su una colonna tenuta da due cavalli. Il punto forte dello spettacolo, resta la bellissima voce dei cantanti, che abbinata alle parole del testo che riesce a trasmettere tutte le emozioni e tutto lo spirito del gruppo. Lo scenario è molto particolare e si adatta al ritmo della canzone , infatti, nella parte dove più forte è il ritmo, lo scenario si illumina di un colore acceso. Sicuramente dal punto di vista del canto, non possono esserci obiezioni, perchè tutti hanno voci bellissime che si dividono tra toni più alti e toni più bassi.


Quello strano terzo posto e la alta tradizione canora italiana di Concetto Chiarenza

All'Eurovion Song Contest 2015 la rappresentanza italiana è stata assegnata al giovane trio Il Volo con la loro canzone vincitrice di Sanremo 'Grande Amore'. L'esibizione perfetta da parte dei giovani è stata la più sostenuta ed applaudita portando l'Italia al terzo posto della classifica. Il gruppo è stato molto seguito e alla proclamazione dei vincitori i sostenitori sono rimasti delusi del fatto che, nonostante la canzone fosse stata la più votata da parte degli europei, avesse ricevuto solamente il bronzo. Con questa esibizione, tralasciando il contesto della premiazione, i tre artisti hanno tenuto alto il nome della tradizione canora italiana.

 

La melodia, le voci di una canzone difficile da eseguire. Il pubblico l'ha compresa,le giurie no di Antonino Conti

la canzone Grande Amore cantata da Il Volo, ha rappresentato l'Italia nell'Eurovision Song Contest a Vienna ha raggiunto la terza posizione grazie solamente al voto del pubblico. Infatti è stata la canzone che ha ricevuto il maggior numero di televoti fra tutte quelle che hanno partecipato alla gara europea.  Da televoto sarebbe stato indubbiamente al primo posto, nonostante questo la giuria non ha voluto premiare la canzone ed ha preferito Måns Zelmerlöw  con la canzone Heroes. Quest'ultimo è stato il rappresentante della Svezia che di conseguenza ospiterà nel 2016 l'Eurovision. La canzone Grande Amore è stata cantata nella lingua italiana, un vantaggio perchè è una lingua molto dolce e sopratutto è la stessa lingua dei cantanti, quindi la canzone rappresenta l'Italia in tutto e per tutto, ma questo è anche uno svantaggio perchè l'italiano non è una lingua conosciuta come l'inglese, ecco perché la maggior parte dei partecipanti ha cantato la propria canzone in inglese.

La canzone punta tutto sulla melodia ricca di suoni e strumenti diversi, e sulla voce del trio, mossa che va a colpo sicuro e che   coglie l'orecchio dell'ascoltatore per la voce potente ed impeccabile di tutti e tre. C'è una struttura musicalmente complessa e sopratutto difficile da cantare per i cambi di tonalità che solitamente sono caratterizzati da sbalzi di semitoni da verso a verso. Il ritmo è di 4/4(quattro battiti per battuta) e con otto colpi di percussioni per battuta. La melodia ripetuta dall'orchestra è comunque sempre la stessa e prevale nei momenti di silenzio dei cantanti in modo da non far distogliere l'attenzione dell'ascoltatore. Cosa piuttosto strana anche perchè i giovani di oggi vivono di pane e rap e non del genere musicale dei cantanti de Il Volo che è in stile pop lirico ritornato di moda grazie a loro. Ma a questo punto è chiaro che per attirare il pubblico sono bastati 'tre giovanissimi artisti'  dalla lodevole voce stile Pavarotti-Bocelli, ed una melodia che sovrasta il palcoscenico nei momenti di silenzio dei cantanti.

 

Eccellente il canto moderno del mitico trio Il Volo di Manlio D'Arrigo

Al E. S. C. come ben sappiamo ha partecipato il mitico trio di cantanti che ha vinto l'ultima edizione di Sanremo, Il Volo. I cantanti italiani sono andati a rappresentare la nostra nazione proponendo al pubblico la canzone Grande Amore che li ha portati al successo in questi mesi. Durante l'esibizione le tonalità di luce della scenografia sono state abbastanza scure fin quando il palco si è colorato di rosso e le attenzioni sono ricadute, oltre che sui cantanti , anche sulla rappresentazione di una statua sostenuta da due cavalli. Riguardo alle tonalità di luce della scenografia c'è da aggiungere inoltre che essa era abbinata al ritmo della canzone dando contrapposizioni dichiaro scuro in base agli acuti contenuti all'interno della esibizione. Dispiace molto che questo gruppo non abbia potuto trionfare in questa gara di canto, ma piazzarsi al terzo posto bensì esprima, tramite una grande sintonia ed un bello spirito di squadra, una modalità di canto moderna in modo eccellente.

 

 

 

Il Volo a Vienna il colore rosso della scenografia

scenografia che si va colorando

 


L’arte canora de Il Volo ha onorato l’Italia di Francesco Di Stefano

Sabato 23 Maggio si è tenuta a Vienna la finale dell' Eurovision Song Contest con la partecipazione di  27 nazioni. L' Italia era rappresentata dal gruppo pop "Il Volo",composto da due tenori e un baritono, che ha portato in scena la canzone vincitrice dell'ultimo Festival di Sanremo: "Grande Amore". Durante la loro esibizione i cantanti hanno appassionato con la loro voce il pubblico presente nell'arena , e fino in fondo hanno tenuto accese le speranze di tanti italiani che speravano nella loro vittoria. La canzone intonata con grande piglio artistico è stata accompagnata da una scenografia classica: costituita da alcune rovine di templi greci e da statue di origine Greca e Romana che rappresentano una parte della cultura italiana, molto suggestive anche le luci che si muovevano a formare un'onda luminosa. Il trio ha eseguito il proprio pezzo in lingua madre cosa forse più onerosa visto che gli altri artisti cantavano in inglese, ma, anche se alla fine la vittoria non è arrivata, ( solo terzi dietro a Russia e Svezia che ha portato in scena una canzone contemporanea  radiofonica costituita da un mix di pop e dance svedese) i nostri rappresentanti hanno onorato la nostra nazione.

 

Il Volo porta in alto la musica italiana, delude il terzo posto di Marika Grasso

All'Eurovision Song Contest 2015, sono stati scelti per rappresentare l'Italia il trio musicale "Il Volo", vincitore del Festival di Sanremo di quest'anno con la canzone ‘Grande Amore’. L'esibizione da parte dei giovani è stata perfetta e la più votata dagli europei, la grande delusione è stata quella che i cantanti abbiano vinto solo la medaglia di bronzo, il terzo posto in classifica. Tralasciando l'esito del programma, Il Volo è riuscito a tenere alto l’onore  della musica italiana.

 

Voci colori e luci una grande esibizione di Angelo Marletta

Sabato 23 Maggio il gruppo "Il Volo" si è esibito all'Eurovision Song Contest di Vienna, uno dei programmi più seguiti in tutta Europa. Il gruppo, formato da due baritoni e un tenore, ha subito cominciato con uno scenario blu che avvolgeva i cantanti nell'oscurità, alle spalle c'erano degli schermi che raffiguravano la statua di una Venere, dei del mito e cavalli. La splendida canzone ha subito colpito gli spettatori che hanno accompagnato il brano, tutto questo seguito da uno splendido gioco di luci che per tutta l'esibizione ha illuminato i tre cantanti. Infine la parte principale resta la voce dei tre cantanti che abbinata allo scenario e alle luci, sono riusciti a coinvolgere tutto il pubblico. Ma in conclusione il gruppo "Il Volo" che rappresentava l'Italia ha conquistato il terzo posto, mentre il primo è stato per il ventinovenne svedese Måns Zelmerlöw.


Le voci come sentimenti, la canzone un capolavoro di Martina Pricoco

 

Sabato 23 Maggio, è stato trasmesso su Rai 2, l'Eurovision Song Contest 2015. In particolare, mi ha impressionata l'esibizione del gruppo il Volo.  L'esibizione è stata così entusiasmante, che da subito la voce del pubblico si è unita a quella dei tre cantanti. La scenografia assumeva tonalità diverse cominciando da un blu scuro con immagini raffiguranti statue di colonne e cavalli. Il palco, in base al ritmo della canzone, assumeva temi più accesi che mettevanmo al centro dell'esibizione i cantanti. Il testo cantato dal gruppo era un capolavoro, e il modo di cantare di ogni componente del gruppo lasciava a bocca aperta. Tutti e tre hanno un grande talento nel cantare, dove le uniche differenze sono i toni di voce, bassi e alti che trasmettevano in egual modo i sentimenti dei cantanti.

 

 

Il Volo, da destra Ignazio Boschetto,Gianluca Ginoble, Piero Barone (foto Daniela Colamasi)

Il Volo, da destra Ignazio Boschetto, al centro Gianluca Ginoble, a sinistra Piero Barone(Foto Daniela Colamasi)

 


Una esibizione impeccabile non compresa dalle giurie di Martina Puglisi

L'Eurovision Song Contest 2015 è stata la 60esima edizione del concorso canoro svoltasi a Vienna. Partecipi molti paesi europei, compresa l'Italia, rappresentata dalla canzone “Grande Amore” cantata da “Il volo”. Sebbene la loro esibizione è stata impeccabile non si può dire lo stesso per la scenografia, poiché le luci non facevano risaltare le immagini delle rovine greche e romane poste alle spalle dei cantanti. Nonostante, secondo il pubblico europeo, meritassero il 1° posto, hanno raggiunto la 6° posizione per quanto riguarda la valutazione della giuria degli esperti e di conseguenza la 3° nella classifica finale.

 

Il Volo boicottato di Francesco Risiglione

Torna a vincere la Svezia all'Eurovision Song Contest 2015. Il vincitore è Måns Zelmerlöw  con il brano Heroes. Vincitore della medaglia d'argento la Russia che con Polina Gagarina e la canzone a Million Voices si piazza al secondo posto davanti al trio ''Il Volo'' che si è presentato al festival con il brano Grande Amore. I cantanti italiani, due siciliani ed un abruzzese, erano dati per favoriti finchè la Svezia con Måns Zelmerlöw e la Russia hanno recuperato nei sondaggi delle giurie e di conseguenza  nella classifica finale. 375 punti  ha realizzato lo svedese, Russia 303 voti, a distanza di appena 11 punti dalla Russia, ci sono i vincitori dello scorso Festival di Sanremo Il Volo che portano a casa anche il premio della sala stampa. A mio parere la giuria ha deliberatamente boicottato i nostri cantanti per rispettare dei patti tra diversi soggetti.

 

La voce de Il Volo, una rivelazione di Maria Catena Sciacca

All'Eurovision Song Contest uno dei gruppi che ha partecipato è stato “Il Volo”, rivelazione di questo Sanremo 2015. La loro canzone, Grande Amore, che li ha fatti trionfare a Sanremo, è iniziata con uno scenario blu scuro, dove vi erano raffigurati uomini e cavalli, colonne ed alte statue. All'aumentare della tonalità della musica i colori della scenografia con un gioco di luci che rispecchiava il ritmo della canzone sono andati mutando, e ad un tratto, quando l'immagine posta dietro ai cantanti è diventata rossa si è  intravista una figura femminile poggiata su una colonna e due cavalli. Dunque, è proprio la voce del gruppo la caratteristica fondamentale che fa di questi tre ragazzi una vera e propria rivelazione, molto originale che assume diverse sfumature di tonalità, passando da toni più alti a toni più bassi, ma mantenendo comunque l'equilibro giusto fra di loro e creando la forma di suspance che colpisce la maggior parte dei spettatori.

 

L’inarrestabile marcia trionfale de Il Volo di Gabriella Siragusa

Sembra inarrestabile la marcia trionfale de “Il Volo”, vincitori dell'ultimo festival di Sanremo con “Grande Amore”. Il gruppo vocale formato da Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble rappresenta i colori italiani a Vienna il 23 Maggio, per riportare in Italia l'Eurovision Song Contest. Il trio è nato anni fa  nello show televisivo RAI, ‘Ti lascio una canzone’, ma è stato grazie all'intuizione di Michele Torpedine (manager di tanti cantati come Zucchero) che sono diventati un trio, Il Volo. Il trio ha avuto una notevole serie di record,  i primi a firmare un contratto con la Geffen, e gli unici artisti italiani che Quincy Jones invitato a cantare We are the World per Haiti. Adesso sono gli artisti considerati artisti internazionali. Su Rai 2 è stata trasmessa la finale dell'Eurovision Song contest 2015 con protagonisti i tre tenori che hanno orgogliosamente conquistato un terzo posto e “rischiato” seriamente di vincere la 60esima edizione dell'evento. I tre ragazzi dopo l'esibizione ha ricevuto una pioggia scrosciante di applausi tanto che si è sperato fin dalla fine di quegli applausi che il primo posto fosse loro.

 

 


 

Performance strepitosa per Il Volo,scenografia nonconvincente di Mariagrazia Strano

Sabato 23 maggio a Vienna ha avuto luogo la finale dell'Eurovision Song Contest, che ha visto partecipi moltissimi rappresentanti di paesi europei, tra cui l'Italia rappresentata dal trio Il Volo, costituito dai due tenori Piero Barone e Ignazio Boschetto e dal baritono Gianluca Ginoble, cantando la canzone “Grande Amore”. La loro performance, da un punto di vista vocale è stata strepitosa, ma lo è stata meno per quanto riguarda la scenografia un po' superficiale che ricordava leggermente quella usata nelle esibizioni a Sanremo. Sebbene non siano riusciti pienamente a convincere la giuria europea, guadagnando il sesto posto, il pubblico presente in arena ha reagito diversamente, accompagnando la loro esibizione con entusiasmo e con forti applausi, e allo stesso modo per gli spettatori da casa hanno ottenuto il primo posto nella classifica finale.

 

Il Volo all’Eurovision, terzi per i giudici di Mariarita Vinciguerra

"Il Volo" rappresenta la finale dell'Eurovision Contest 2015, con il singolo "Grande Amore". I due tenori e un baritono, hanno dietro una meravigliosa scenografia che richiama l'arte greco-romana e che suscita un grande effetto soprattutto durante il ritornello. Inoltre, nello sfondo, vi è l'alternarsi dei così detti "fumi" colorati nelle corrispettive strofe. Da considerare, però, il fatto che non vi sono presenti altri effetti speciali nè particolari accorgimenti coreografici; in conclusione, i tre artisti, hanno scelto, come pochi altri di questa edizione, di esibirsi nella propria lingua madre proponendo, appunto, la versione originale della loro canzone. Infine, pur essendosi classificati primi col televoto, i voti dei  giudici, li hanno fatti tuttavia piazzare al terzo posto.


Molto fiera di loro! Hanno portato alto il nome dell’Italia di Giulia Forzano

La finale dell'Eurovision 2015 è stata trasmessa su Rai 2, sabato23 maggio 2015. Il gruppo de Il Volo, che rappresentava l'Italia, si è classificato terzo, con l'esibizione più applaudita nella grande arena della Weiner Stadhalle. Il brano vincitore di Sanremo  aveva difatti già vinto grazie al televoto europeo con  356 delle preferenze. Alla fine delle gare sono stati puntati 365 voti raccolti dalla Svezia e 303 dalla Russia, invece l'Italia, dopo un avvio promettente ha raccolto, in particolare grazie alle scarse simpatie di molti giurati e di alcuni paesi -come Grecia, Francia e Germania, che non l'hanno inserita tra i punteggi più alti- 292 voti, alle spalle di milioni di copie vendute su scala mondiale, nomination ai latin Grammy awards, tournée in tutto il mondo ed un doppio platino per l'album "Grande Amore" vincitore di Sanremo 2015. L'esibizione durante lo spettacolo è iniziata subito con un apparato scenico di colore blu scuro che avvolgeva gli artisti e faceva come sfondo a uno scenario pieno di colonne e cavalli che si abbinavano perfettamente con il tema del brano. La luce ha avuto anche un ruolo importante ed è stata parte integrante dello spettacolo! Nonostante tutto Il Volo con la magnifica canzone è riuscita a portare in alto il nome dell'Italia, molto fiera di loro!

 

Esibizione impeccabile dei tre giovani cantanti italiani, da brividi! di Luca Guglielmino

Come ogni anno si è svolto il più importante festival canoro a livello europeo: l'Eurovision Song Contest 2015. A rappresentare l'Italia in questa edizione, è stato il trio Il Volo costituito da due tenori e un baritono: Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble. I tre ragazzi hanno cantato la canzone vincitrice del 65° Festival di Sanremo "Grande amore" arrivando al terzo posto all'Eurovision Song Contest, fatto che ha suscitato il malcontento della moltitudine del pubblico. La scenografia cambia gradualmente: all'inizio si intravedono delle statue in penombra su uno sfondo blu fino a quando si arriva al ritornello e si può assistere ad un'esplosione che spazza via il buio e cede il posto al fumo che avvolge le statue mettendole in risalto per poi accendersi di un rosso fuoco. Le statue simboleggiano le rovine italiane e sono riconosciute in tutto il mondo come simbolo nazionale dell’Italia.

Che dire dell’esibizione dei tre giovani cantanti? Assolutamente impeccabile, da far venire i brividi.

 

Ignazio Boschetto, Il Volo (foto Daniela Colamasi)

Ignazio Boschetto (foto Daniela Colamasi)

 

L’esibizione de Il Volo la più applaudita di Dario Arcidiacono

L'Eurovision song contest é una manifestazione musicale nata nel 1956, organizzata dall'Unione Europea ed ispirata al Festival di Sanremo. Il concorso é stato trasmesso ogni anno dalla sua inaugurazione ed é uno dei programmi televisivi europei più seguiti. Quest'anno non é arrivata la vittoria che qualcuno sperava, ma Il Volo, tre cantanti italiani, Boschetto e Barone siciliani di Marsala e Naro, Ginoble abruzzese torna dall'Eurovision song contest con un più che soddisfacente terzo posto. La vittoria alla fine é andata allo svedese Mans Zemerlow, ma l'esibizione de Il Volo é stata una delle più applaudite della grande arena e la più votata dal televoto europeo.

 

Eurovosion, un format bello da vedere,ma poco attendibile nei risultati di Giada Arena

L'Eurovision song contest è un concorso canoro,creato 60 anni fa. È considerato in assoluto uno dei programmi Tv più longevi,ed è stato trasmesso anche al di fuori dell'Europa. Quest'anno il contest ha visto vincitore lo svedese Mark Zemerlow,il quale si è presentato con la canzone "Heroes",al secondo posto troviamo la Russia,mentre l'Italia si è piazzata al terzo posto,con la canzone "Grande Amore" interpretata dal gruppo Il Volo,composto da due tenori e un baritono, Gianluca Ginoble,di cui due i siciliani Ignazio Boschetto e Piero Barone. Personalmente non ho seguito il contest dato che non sono mai stata particolarmente attirata da questo tipo di format. Ho avuto modo di scoprire che molti di essi sono pilotati e che il risultato è molte volte già conosciuto dalla giuria. Il televoto influisce molto relativamente sul risultato finale,dato che i dati relativi a quest'ultimo sono spesso manipolati ed imbrogliati. Quest'anno si è puntato molto sugli effetti speciali,come ad esempio le animazioni che comparivano alle spalle dei cantanti ed il palco,illuminato da migliaia di led. Si può infine dire che questi talent sono certamente belli da vedere ma poco "attendibili".

 

Eurovision? Solo su youtube di Sara Busà

L'Eurovision Song Contest quest’anno si è tenuto a Vienna, la capitale dello stato vincitore dell'edizione precedente. La manifestazione è stata vinta dal brano "Heroes" cantata dallo svedese Mans Zelmerlow,al secondo posto si è piazzata la Russia mentre al terzo posto l'Italia,con il brano "Grande Amore" proposto da Il Volo, tre cantanti due siciliani, Boschetto e Barone, ed un abruzzese, Ginoble. Numerose,però,sono state le critiche secondo le quali il televoto sia stato truccato,alcune voci affermano che la Svezia non sarebbe mai riuscita a vincere se non fosse stata già prestabilita la sua vittoria dalla giuria. La critica ha anche esaminato la canzone definendola una copia della canzone Lovers on the sun di David Guetta. Personalmente non ho mai seguito questo programma,ho ascoltato i brani attraverso Youtube e mi ha colpito particolarmente Heroes,sopratutto per il significato delle parole,anche se vi sono state molte critiche. Inoltre penso che questo programma sia un ottimo modo per mettere a confronto più paesi tramite il canto.

 

Il Volo, che ha spopolato nel mondo con belle canzoni, arriva terzo all’Eurovision di  Giorgia Cataudella

Eurovision song contest è una manifestazione musicale organizzata dall’unione europea di radiodiffusione,un po’ come il   Festival di Sanremo. Secondo me è un modo per far comunicare le nazioni fra di loro, dal momento che è stato trasmesso al di fuori dell’Europa come ad esempio: Brasile, Australia, Canada, Cina, Egitto, India.. e altre ancora,nonostante non partecipino alla gara. Quest’anno a rappresentare l’Italia è Il Volo, un gruppo musicale formato da tre artisti  che hanno spopolato in tutto il mondo arrivati terzi al contest,come primo classificato vi è lo svedese Mans Zelmerlow. Personalmente non ho seguito assiduamente l’Eurovision, ma ho avuto modo di ascoltare le canzoni e trovo che siano veramente molto belle. Inoltre  penso che l’Eurovision sia un ottimo modo per mettere a confronto le diverse nazioni tramite il canto.

 

 

Piero Barone, Il Volo (foto Daniela Colamasi)

Piero Barone (foto Daniela Colamasi)

 

Niente diretta Eurovision, tanto è risaputo che la vittoria era già stata assegnata di Andrea Cerame

L’Eurovision Song Contest è uno dei programmi più trasmessi a livello mondiale. In Italia per la prima volta è stato trasmesso in diretta sabato,ricevendo per altro un boom di ascolti,in Italia 3.292.000 persone hanno seguito la finale di questo contest. Tra i talenti che si sono esibiti vi sono stati anche i vincitori di Sanremo; Il Volo, gruppo con  sceneggiature che facevano da cornice sul  palco magnifico in quel di Vienna. Il vincitore è stato Mans Zemerlow,rappresentante della Svezia,con la canzone Heroes. Alle sue spalle la russa Polina Gagarina e infine ha chiuso il podio proprio Il Volo e proprio con la canzone con la quale hanno vinto Sanremo. Per il gruppo italiano, Ignazio Boschetto Piero Barone e Gianluca Ginoble, però i premi non sono finiti qui,perché gli è stato assegnato dalla Sala Stampa il premio per la critica “Press Award”.

Io non ho visto il festival in diretta,ma ho avuto modo di ascoltare le tre canzoni che sono andate sul podio,non posso fare un paragone perché non ho sentito le altre che erano in gara,ma ho potuto ammirare gli effetti e le luci sul palco durante le esibizioni dei tre cantanti che mi sono piaciute molto. In questi tipi di competizione tutti quelli che vi partecipano non partono alla pari,c’è sempre qualcuno avvantaggiato per motivi soprattutto legati alla pubblicità,inoltre è risaputo che i membri dell’organizzazione di questi contest sappiano già il vincitore. Quindi,mi piace seguire queste competizioni, ma fino ad un certo punto perché dietro a esse ci sono enormi giri di soldi.

 

Fiero del gruppo siciliano Il Volo, ma come può la giuria far vincere una canzone con meno punti e non bella? di  Ignazio Conti

Quest’anno, la 60° edizione dell’Eurovision si è conclusa a Vienna , con la vittoria da parte della Svezia e al secondo e terzo posto sono presenti la Russia e l’Italia quale vede partecipe il gruppo Il Volo, Boschetto Barone Ginoble, con la canzone “Grande Amore”. A me personalmente non è piaciuta molto la canzone “Heroes” presentata dalla Svezia in quanto essa è stata definita una copia della canzone “Lovers on the sun” di David Guetta per ritmo e scenografia. Dunque una critica contro è questa cioè la mancanza di originalità . Per quanto riguarda invece la canzone presentata dalla Russia non ho molto da dire ,ma penso che ogni brano debba avere un elemento fondamentale: l’autenticità che essa appunto possedeva. E’ stato anche detto il fatto che l’Italia possedeva più voti della Svezia. Noi non sapremo mai cosa è stato detto all’interno della giuria ma mi sorge spontaneamente una risposta cioè l’avvenimento di una corruzione in quanto è stata resa vittoria una canzone che possedeva meno voti di un’altra. Nonostante questo sono fiero del fatto che l’Italia si è presentata all’Eurovision con un giovane gruppo siciliano che anche se non è riuscito a raggiungere la vittoria, porta a casa un meritato terzo posto.

 

Emozionante il terzo posto de Il Volo,ma dovevano essere primi. Heroes no di Roberta Ferrigno

Penso che quest’anno l’Eurovision Song Contest 2015, presentato nella famosa città di Vienna, sia stato emozionante perché veder arrivare al terzo posto della classifica l’Italia grazie al gruppo Il Volo, è stata una grande vittoria. Inoltre molto interessante è stata la presentazione di ogni stato europeo con la sua bandiera ufficiale. Riguardo al primo classificato svedese, Mans Zelmerlow, la canzone “Heroes” non mi è molto piaciuta perché assomiglia ad un’altra canzone di un deejay francese. Seconde me, Il Volo doveva aggiudicarsi il primo posto perché sono stati molto bravi.

 

Eurofestival, un contest non interessante, belle solo le luci e le immagini di Valentina Fichera

L'Eurofestival, chiamato anche Eurovision song contest, è una manifestazione musicale. Personalmente non l'ho mai visto perché non sono interessata a questo genere di contest, però ho ascoltato le canzoni che si sono aggiudicate i primi tre posti:  Heroes di Måns Zelmerlöw, A Million Voices di Polina Gagarina, Grande Amore del gruppo Il Volo. Le tre canzoni non mi sono piaciute per niente e non credo meritassero di vincere, peró gli effetti che c'erano mentre i cantanti cantavano come per esempio le luci e le immagini, principalmente quando ha cantato Måns, erano davvero belli, mi sono piaciuti molto!!!!

 

 

Gianluca Ginoble, Il Volo (foto Daniela Colamasi)

Gianluca Ginoble (foto Daniela Colamasi)

 

Uno strano Eurovision dove  l’Italia ha visto svanire la vittoria e tanti cantanti stranieri hanno stonato di Matteo Grasso

60ª edizione dell'Eurovision song contest ,per noi italiani soltanto la 46ª ,visto che per 14 anni abbiamo preferito restarne fuori. In questa edizione, nel nostro paese c'è stata un'attenzione elevata , sopratutto nel mondo dei social network, Twitter in particolare, a parer mio questo dato ci permette di capire che il contest televisivo sia stato di grande gradimento sicuramente per la partecipazione degli artisti italiani, due siciliani, de Il Volo. Sfortunatamente abbiamo visto svanire la possibilità di ospitare la 61ª edizione a Torino , poiché il vincitore è stato lo svedese Mans Zermarlow,anche se dopo il televoto,s'è ben visto che le varie giurie nazionali guardando prevalentemente ai paesi loro "vicini di casa" , indipendentemente dal valore dei cantanti (davvero molti hanno stonato) , non a caso la cantante russa Polina Gagarina pur non essendo una delle miglior cantanti del contest ed è arrivata tuttavia seconda.

 

A prescindere dal risultato, l’Eurovision è una opportunità di Anna Chiara Mangiapane

In quest’edizione è stato dichiarato vincitore Mans Zelmerlöw, con la canzone ‘Heroes’.Al secondo posto troviamo la Russia, mentre l’Italia si è piazzata al terzo posto con la canzone ‘Grande amore’ del gruppo vincitore del festival di Sanremo 2015 Il Volo. Ho notato che quest’anno si è puntato molto sugli effetti speciali e sulla presenza scenica. Secondo me l’Eurovision,come anche Sanremo, offre ai cantanti una grande opportunità di farsi conoscere e quindi di avere successo,a prescindere dal risultato ottenuto.

 

All’Eurovision non è arrivata all’Italia  la vittoria con Il Volo, ma è pur sempre un arricchimento di conoscenza di Clara Messina

I vincitori dell'ultimo festival di Sanremo sono Il Volo. Questo gruppo è formato da Ignazio Boschetto, Piero Barone e Gianluca Ginoble e rappresentano i colori italiani a Vienna per riportare in Italia l’Eurovision song contest ,uno dei concorsi più seguiti al mondo. Non è arrivata la vittoria che qualcuno sperava, ma il terzo posto è stato vinto da Il Volo. La vittoria,infine, è andata allo svedese Mans Zelmerlöw con la canzone "Heroes" e il secondo posto è stato vinto dalla russa Polina Gagarina con la canzone "A Million of Voices". È presentato da cantanti non solo italiani, ma cantanti che provengono da tutta l'Europa Grazie a questo scambio è possibile arricchire le conoscenze musicali provenienti da altri paesi.

 

Sarà patriottismo, ma gli artisti de Il  Volo meritavano la vittoria e i tanti dilemmi irrisolti di Dario Mignemi

L’Eurovision Song Contest è una manifestazione musicale nata nel 1956, organizzata dall’Unione Europea di Radiodiffusione. Ogni anno seguita da più di 600 milioni di persone in Europa e 74 mila in quasi 140 paesi. Quest’anno la Svezia si è aggiudicata il primo posto, poi la Russia e l’Italia che con Il Volo ha spiazzato a Vienna gli spettatori con Grande Amore. Molte sono state le critiche sia in positivo che negativo, ma cosa di nasconde? Voci che non stanno né in cielo né in terra,ma suffragate dai dati dei televoti e delle giurie diffuse in seguito, affermano che senza ombra di dubbio la Svezia non sarebbe mai riuscita a vincere se non fosse già tutto prestabilito a tavolino, la critica ha anche valutato la canzone definendola quasi uguale alla canzone Lovers on the sun di David Guetta per ritmo, melodia e video musicale. E’ quindi vero che dietro tutto abbiamo una giuria pronta a far vincere il paese che paga di più? Dati Rai ci dicono che la nazione più votata è stata l’Italia e la Russia. Naturalmente non sapremo mai cosa si nasconde in giuria e quindi ci poniamo una domanda: possibile che l’Eurovision sia anche lui uno show falso per racimolare soldi invece di confrontare cantanti stranieri? Secondo me lo svedese ha cantato una bella canzone con scenografia moderna, ma non da vincere una gara. Un’altra scenografia che mi ha colpito è stata quella de Il Volo con statue e rovine romane simboli dell’Italia e della sua cultura. Il Volo ha reso onore all’Italia e per me doveva aggiudicarsi il primo posto ma purtroppo sarà patriottismo o il perché sono siciliani come me, ma sarebbero dovuti essere i vincitori.

 

 

 

Speravo nella vittoria del mio paese per quelle tre voci strabilianti di Roberta Oliva

L’Eurovision song contest è una manifestazione musicale nata nel 1956, chiamata anche Eurofestival o semplicemente ESC, organizzata dall’Unione Europea. Si tratta del più importante ed antico concorso europeo di canto, seguito da più di 600 milioni di persone in Europa ed in altri 140 paesi del mondo. L’Italia lo ha vinto solo una volta con la canzone “Insieme” nell’anno 1992. Quest’anno è stata la Svezia, col singolo “Heroes” di Mars Zelmerlöw, ad aggiudicarsi il primo posto; seguita poi dalla Russia e dall’Italia. Per l’Italia si è esibito “il volo”, il gruppo formato da tre giovani artisti Ginoble, Boschetto, Barone questi due ultimi siciliani, vincitore del Festival di Sanremo 2015; hanno cantato un singolo, già in vetta alle classifiche italiane da tempo, intitolato “Grande Amore”. Grazie a questa canzone, alle loro voci strabilianti sono riusciti a stupire l’intera Europa e l’Australia. Però, vi sono varie polemiche riguardanti l’Eurovision appena finito. La maggior parte di esse sono legate alla vittoria dello svedese Zelmerlöw: si crede che il singolo vincente sia stato copiato da una canzone di Avicii e David Guetta. Apparentemente la canzone si presenta con una melodia ed un ritmo simile a quella dei due artisti internazionali. Altre critiche riguardano il podio: si dice che la nazione più votata ed ascoltata dai paesi è stata proprio la nostra Italia, accanto alla Russia, ma ormai la giuria aveva deciso di far vincere la Svezia. Avendo visto l’Eurovision posso dire che le tre esibizioni sono state le migliori, ma, non essendo un critico, non posso permettermi di giudicare le varie performances a livello di tecnica. Personalmente, essendo italiana, speravo nella vittoria del mio paese, magari l’anno prossimo l’Italia sarà al posto che realmente le spetterà e non semplicemente tra le migliori.

 

L’esibizione de Il Volo un orgoglio per l’Italia e la Sicilia di Alessandra Pappalardo

Quest’anno l’ESC si è tenuto a Vienna, capitale dello Stato vincitore dell’edizione precedente tenutasi a Copenaghen. La manifestazione è stata vinta dal brano “Heroes” proposto da Mans Zelmerlow in rappresentanza della Svezia. Al secondo posto si posiziona la Russia,mentre il terzo posto del podio viene conquistato dall’Italia grazie al brano “Grande amore” proposto da Il Volo: il trio composto da Ignazio Boschetto ,Piero Barone e Gianluca Ginoble. Numerose, però, sono state le critiche secondo le quali il televoto sia stato truccato. Molte fonti, infatti ,affermano che l’ Italia avrebbe dovuto meritare il primo posto e che la canzone vincitrice sia una copia di “Lovers On The Sun” di David Guetta. Personalmente ho ascoltato le due canzoni a paragone e ho subito notato svariate somiglianze. Sarà un caso? Resta il fatto che l’esibizione del gruppo italiano è stata una delle più applaudite nella grande arena, e il loro posto in classifica risulta un orgoglio per l’Italia ma in particolare per la Sicilia. Mi piace molto questo festival perché credo sia un’ottima incentivo per mettere a confronto più paesi tramite le doti canore e per far proseguire al meglio la carriera dei vari artisti, che diventano così sempre più famosi.

 

Eurovision un buon contest per far conoscere tanti stili e cantanti, anche se non l’ho seguito di Alessia Principato

L’Eurovision (in Italia a lungo chiamato Eurofestival) è una manifestazione musicale organizzata dall’Unione Europea di Radiodiffusione ed ispirata al Festival di Sanremo. Fu inventato nell’ottobre 1955 dallo svizzero Marcel Besençon con lo scopo di trovare un modo semplice per legare la sperimentazione di nuove tecniche di trasmissione televisiva simultanea. In questo contest i campioni nazionali della canzone di ogni paese si sarebbero confrontati tra le telecamere. E’ trasmesso anche fuori dall’Europa come in Argentina, Australia, India, Egitto, Nuova Zelanda, Stati Uniti nonostante non partecipino alla gara. Quest’anno il programma si è svolto alla StadtHalle di Vienna in Austria ed è stato trasmesso in Italia in diretta tv su Rai2 e RaiHD, dal 19 al 23 maggio. Si è trattato della 60° edizione alla quale hanno partecipato 40 brani in rappresentanza di altrettanti paesi. L’Italia è stata rappresentata dal gruppo musicale Il Volo che, dopo aver vinto nella sezione al 65° Festival della canzone italiana di Sanremo, si sono aggiudicati il terzo posto in questa gara altrettanto importante, mentre al primo posto è arrivato lo svedese Måns Zelmerlöw con la canzone “Heroes”. Personalmente, non ho seguito la gara durante i diversi giorni di trasmissione, nonostante ne fossi a conoscenza. Pur non avendolo visto in diretta, ho potuto guardare alcuni video in cui venivano ripresi alcuni momenti delle canzoni che sono arrivate ai primi posti, cioè “Heroes”, “A Million Voices” e  “Grande Amore”. Tutte e tre mi sono piaciute molto sia per l’interpretazione dei vari artisti sia per i giochi di luce che sul palco venivano fatti. Per esempio, durante la canzone vincitrice il cantante ha potuto giocare con un omino di luci grazie al quale il pubblico ha potuto gradire al meglio la canzone.  E’ importante inoltre notare come il pubblico è stato colpito da qualsiasi brano di qualsiasi nazionalità, è possibile così dire che questo contest è un buon metodo per diffondere i tutto il mondo i diversi stili di musica e allo stesso tempo, per i vari artisti, proseguire al meglio la carriera facendosi conoscere sempre da più gente.


Il Volo ha vinto con il televoto,ma non hanno avuto la simpatia di alcune giurie di Alfio Rapisarda

E’ la Svezia ad aggiudicarsi l'Eurovision song contest: la serata finale della sessantesima edizione,ospitata dalla Stadthalle di Vienna,ha visto trionfare Mars Zelmerlöw, col suo brano “heroes”.Al secondo posto,la russa Pollina Gagarina,con la canzone“a Million Voices”.Al terzo posto, sul podio arrivano i neo-vincitori di Sanremo, i tre cantanti de Il Volo. I tre tenori italiani,hanno portato il loro brano più famoso a livello mondiale:”Grande Amore”. Nonostante abbiano vinto il televoto con il ben 50% di preferenze,hanno scontato la scarsa simpatia di alcune giurie straniere che hanno preferito votare Zelmerlöw. L’anno prossimo,l'Eurovision avrà sede in Svezia.Circa 200 milioni di persone in tutto il mondo hanno seguito questa serata,in particolare in Italia,ben 3,3 milioni di persone,pari a uno share del 16.35%

 

 

L’Eurovision non l’ho seguito eppure deve essere emozionante,ma non come quello di Sanremo di Daniele Rapisarda

L’Eurovision song contest è un contest europeo e non solo visto che quest'anno hanno partecipato anche nazioni non europee come l'Australia. Nel contest viene premiata la canzone più bella dell'anno. Nella maggior parte dei casi partecipano solo le canzoni che hanno vinto i festival delle proprie nazioni come ad esempio il nostro Sanremo. Quest'anno la nostra nazione è stata rappresentata dal gruppo  Il Volo formato da tre cantanti famosi in tutto il mondo. La loro canzone si intitola "Grande Amore" ed è la canzone vincitrice di Sanremo 2015. La 60° edizione dell' Eurovision Song Contest è stata vinta dalla Svezia con il brano di Mars Zelmerlöw: "Heroes". E' una canzone molto criticata perché è molto simile alla canzone di David Guetta "Lovers on the Sun". Personalmente non ho seguito il festival ma penso sia stato davvero entusiasmante e ricco di emozioni anche se non all' altezza di quello di Sanremo.

 

Ho seguito l’Eurovision e Il Volo ha uno stile particolare non comune di Benedetta Romeo

L'Eurovision Song Contest (o semplicemente Eurovision), nato nel 1956,è il più grande concorso europeo di canzoni per promuovere l’unità fra popoli e nazioni al di là delle diverse culture. L’Italia ha partecipato all’Eurovision Song Contest sin dalla prima edizione del 1956 e vi ha preso parte, con alcune eccezioni (1981,1982, 1986, 1994, 1995, 1996) fino al 1997. In seguito, è ritornata in gara all’Eurovision Song Contest 2011. Ha vinto due volte, nel 1964 a Copenaghen grazie al singolo ''Non ho l'età'' di Gigliola Cinquetti, e nel 1990 a Zagabria con il singolo ''Insieme'' di Toto Cutugno. Quest'anno l'Eurofestival ha visto come protagoniste 40 nazioni, tra cui la Svezia, la nazione che si è aggiudicata il primo posto con “Heroes” di Mars Zermerlow. Seguono rispettivamente la Russia e l’Italia. Quest'ultima è stata rappresentata dall'ormai celebre gruppo de Il Volo con la loro hit ''Grande Amore'' con la quale, inoltre, avevano vinto il Festival di Sanremo. L’esibizione dei nostri rappresentanti è stata una delle più applaudite nella grande arena della Wiener StadtHalle, e per un po’ i tanti sostenitori italiani hanno sperato in una vittoria da parte dell'Italia dopo 25anni. Ma, evidentemente, i giurati europei hanno preferito premiare una canzone contemporanea mix di hip hop e dance di puro stile svedese. Al secondo posto, la Russia si è piazzata con un singolo non molto entusiasmante, ma che si è presentato piuttosto orecchiabile. In seguito, dalla fine dell'ESC si è alzato un polverone colmo di critiche dagli spettatori che hanno criticato la vittoria della Svezia, sottolineando che la canzone presenta parecchie somiglianze con una delle più famose hit di Avicii e David Guetta. Personalmente, avendo seguito con curiosità questa manifestazione, speravo nella vittoria dell'Italia poiché penso che il singolo de Il Volo sia molto originale ed orecchiabile, con uno stile particolare che non viene ascoltato ogni giorno. Spero che l'anno prossimo l'Italia vinca e attendo con entusiasmo la prossima manifestazione!

 

Ho seguito l’Eurovision perché cantava Il Volo,ma non ho apprezzato il sistema di votazioni, unico scopo del Contest racimolare soldi? Di Roberta Scalia

Questo concorso è trasmesso ogni anno dalla sua inaugurazione  ed è uno dei programmi televisivi più seguiti in tutto il mondo. Quest’anno ad aggiudicarsi l’edizione dell’Eurovision è stato il cantante svedese Mans Zelmerlow con il brano “ Heroes”. La Russia si è aggiudicata la seconda posizione con la 28enne Polina Gagarina con il brano “ A Million Voices” ed i due tenori  italiani e il baritono del gruppo Il Volo si sono aggiudicati la terza posizione con il brano “ Grande Amore”.A me personalmente piace molto questo concorso perché mette in competizione i vari paesi,mettendo così anche in mostra le canzoni di ogni paese  facendole conoscere in tutto il mondo. Prima di quest’anno non avevo mai seguito l’Eurovision ,ma sapendo che avrebbe partecipato uno dei miei gruppi preferiti, l’ho seguito. È stata una bellissima manifestazione,tanto da pensare che fosse diversa dalle altre, ma come tutti gli altri concorsi ci sono state delle critiche riguardanti soprattutto il meccanismo di votazione .A quanto pare il meccanismo tende a favorire paesi con cui si hanno buone relazioni politiche,piuttosto che valutare la qualità artistica delle canzoni e dei cantanti.  Questa è una cosa che non ho per niente apprezzato, dato che molte fonti dicono che la nazione più votata è stata l’Italia insieme alla Russia. Naturalmente non sapremo mai cosa si nasconde dietro queste votazioni,ma questo mi basta per pensare che l’Eurovision Song Contest è uno dei tanti show televisivi che hanno lo scopo di racimolare soldi.


Il mio pensiero va a Il Volo, nostri conterranei  che hanno conquistato Vienna ed il pubblico di Arianna Torres

L'eurovision song contest è un concorso sonoro che quest'anno si è svolto a Vienna,capitale dello stato vincitore della scorsa edizione. Questo festival è seguito da milioni di persone sparse per il mondo. Questa sessantesima edizione è stata vinta da un cantante svedese Måns Zelmerlöw. Si è sollevata una grande polemica circa la canzone vincitrice. La canzone come possiamo vedere nei numerosi video sparsi per il web è molto simile alla celebre canzone di David Guetta “Lovers on the Sun” sia nella melodia base e sia riguardo il video ufficiale. Molte chiacchiere riguardo questa vittoria;alcuni sostengono che abbia vinto la Svezia perché avrebbe pagato per essere la vincitrice,altri invece dicono che il vincitore è stato già nominato prima dell'inizio della gara musicale. Le sceneggiature e gli sfondi di ogni canzone erano straordinari,ricchi di fantasia e colori che si adattavano a mio parere con le canzoni cantante. Nonostante tutta questa grande polemica un pensiero grande va al gruppo italiano Il Volo arrivati terzi nella classifica mondiale.Come possiamo certamente vedere dal video,alla fine della loro esibizione il pubblico era molto entusiasta a tal punto da esultare e alzarsi in piedi. Il Volo ha conquistato la capitale dell'Austria con la canzone "Grande amore" vincitrice inoltre di Sanremo 2015. Per noi siciliani soprattutto è un grande orgoglio in quanto due cantanti  del gruppo de Il Volo sono nostri "concittadini”.

 

 

Eurovision uno di quei concorsi per far conoscere cantanti di talento, non sempre premiati di Claudia Torre

Eurofestival, o anche euro canzone è un concorso europeo di canzoni noto per l'EBV che riunisce tutte le TV pubbliche. L'Italia si piazzò nel 2012 con Raphael Gualazzi, ma torna a partecipare quest'anno e come prima volta ètrasmesso in diretta con scenografie creative e fantastiche e con miliardi di spettatori di tutto il mondo. La particolarità sono state le scenografie che si sono differenziate  in base significato della canzone, poche canzoni in lingua madre. L'Italia ha conquistato il terzo podio con il trio Il Volo, vincitori di Sanremo , tre cantanti giovani due dei quali  siciliani, che portano alto il nome dell'Italia e sopratutto della Sicilia. A conquistare il secondo posto del podio è stata  la russa Polina Gagarina con "A million voices" , e il primo è toccato alla Svezia con Mans Zemerlov con "Heroes". Questi concorsi, a mio parere, sono un modo per far sì che la gente conosca cantanti di talento, anche di diverse nazionalità, ma, a volte, non viene premiato chi ha veramente il talento.

 

Sarebbe dovuta essere una gloriosa vittoria per Il Volo. Incredibili e innovative le scenografie dell’ESC di Emanuela Tropea

Quest'anno abbiamo assistito alla sessantesima edizione di questo concorso canoro, l’ESC , svoltosi a Vienna. Ad aggiudicarsi il primo posto sul podio, é stata la Svezia con il brano “heroes” di Måns Zelmerlöw, un brano dalle note avvincenti ed un testo significativo. Al secondo posto della classifica si é posizionata la Russia ,con la cantante Polina Gagarina con il brano " a Milion Voices", anch'essa una canzone emozionante. Mi è rimasta impressa la sua esibizione , in cui é andata in scena con un maestoso abito bianco, che si è mescolato, tramite un gioco di luci, con la scenografia . Il terzo posto lo ha conquistato l'Italia, con il brano " Grande Amore " cantato dai tre cantanti, due tenori e un baritono, de Il Volo. La canzone é riuscita a suscitare energia e grandi emozioni, ed inoltre questi giovani ragazzi sono riusciti a raggiungere le vette della musica italiana ancor prima di diventare adulti a tutti gli effetti , e , a mio parere , é stato appropriato lasciare a loro il compito di rappresentare l'Italia, ma anche in particolar modo la Sicilia poiché due dei tre cantanti sono siciliani. Gianluca Ginoble, Ignazio Boschetto e Piero Barone, dopo aver vinto il Festival di Sanremo con questa canzone hanno rappresentato al meglio l'Italia , e anche se il risultato non é stato quello di una gloriosa vittoria ,come si é bene notato , il pubblico ha certamente gradito l'intensità con la quale hanno cantato . E per concludere, vorrei fare le mie congratulazioni a tutti coloro che hanno collaborato all'ideazione e alla realizzazione delle scenografie incredibili ed innovative , poiché sono riusciti a creare una cornice perfetta intorno a quelli che erano i cantanti in scena.

 

Sfortunatamente il terzo posto all’Italia e alla Sicilia in un concorso dove non si premia il talento di Carmen Trovato

Sabato 23 Maggio hanno trasmesso in diretta su Rai 2 per la prima volta in Italia questo concorso europeo, c’erano cantanti di tutto il mondo. Le scenografie erano ben organizzate e lasciavano quasi senza fiato chi guardava, e vi erano milioni di telespettatori e spettatori, a piazzarsi al primo posto è stata la Svezia con Mans Zermerlow con il brano ‘Heroes’ con spezzoni di canzone copiati da un'altra canzone americana, al secondo posto si è piazzata la Russia con Polina Gagarina con il brano ‘A million voices’ e sfortunatamente al terzo posto si è piazzata l’Italia con Il Volo con il brano ‘Grande amore’ con due cantanti Siciliani che rappresentavano la mia regione. Io non ho seguito questo contest anche perché qui in Italia non è molto seguito, a mio parere la maggior parte delle volte non è premiato il talento ma bensì c’è tutto un giro di raccomandazioni,e come si è detto in giro dietro tutto ciò vi sono cose già organizzate precedentemente e quindi si sa già chi far vincere per scopi televisivi e personali.

 

Perché seguire manifestazioni dove i vincitori non sono per merito? di Simona Trovato

L'Eurovision,quest'anno svoltosi a Vienna, è una manifestazione a livello mondiale, in cui vengono messi a confronto diversi paesi attraverso la musica. L'Italia ha raggiunto il terzo posto grazie ai vincitori di Sanremo: il gruppo Il Volo,mentre il primo posto è stato vinto dalla Svezia,anche se molte critiche affermano che il premio non è meritato perché è palese (e sono d'accordo anche io) che la canzone è praticamente identica ad una canzone americana di David Guetta. Personalmente non ho mai seguito questo tipo di programmi o manifestazioni, proprio perché penso che siano fatte senza criteri, che i vincitori siano sempre avvantaggiati in partenza e che quindi i premi vadano per raccomandazione e non per merito.

 

A vincere avrebbe dovuto essere Il Volo, bravi orgoglio del nostro paese e della Sicilia di Giulia Valenzano

Quest'anno si è svolta a Vienna la 60ª edizione del concorso canoro "Eurovision Song Contest".I cantanti italiani Il Volo si sono esibiti durante questa manifestazione musicale classificandosi terzi e aggiudicandosi almeno un punto da ogni Nazione votante con la canzone vincitrice di Sanremo "Grande Amore". Al secondo posto si è posizionata la cantante russa Polina Gagarina con la canzone "A milion voices" mentre al primo posto ha trionfato il cantante svedese Måns Zelmerlöw con la canzone "Heroes". Questa edizione è stata molto criticata perchè le Nazioni che hanno ricevuto più voti sono state l'Italia e la Russia, ma nonostante tutto la nazione vincitrice è stata la Svezia. È stata criticata anche a causa di un presunto plagio della canzone cantata da Zelmerlöw, molto simile alla canzone "Lovers on the sun" di David Guetta. Personalmente non ho seguito questa edizione ma ho comunque visto dei video su YouTube e secondo me avrebbero dovuto vincere i cantanti italiani Il Volo perchè, oltre ad essere molto bravi, sono l'orgoglio del nostro paese e soprattutto della Sicilia, poiché due di loro sono siciliani.

 

 

 

 

 

Direttore Responsabile

Daniela Grazia Colamasi

direttore@scenariomusica.com

Vice Direttore e Redattore Capo Fotografo

Angelo Pizzuto (Vicedirettore) pizzutoang@gmail.com

*********

Giuseppe Spezzaferro(Redattore Capo)

g.spezzaferro@gmail.com

*********

Studio fotografico Giamichele Doria

giamicheledoria@libero.it

Segreteria di Redazione e Coordinamento

Angela Russo

segreteria@scenariomusica.com

Indicizzazione

- Liceo Sc. St. Archimede Acireale

Coordinamento: Emanuela Tropea, Dario Mignemi

Collaborazioni

Roma:Giovanni Orlando,  Frenzy Jazz, Antonio Sassone

Sanremo: Pinuccia Lazzarino

Sicilia: Angela Michele, Rosalia Riolo

Fotografi: Roberto Bob Tacconelli (Lazio); Saro Tomarchio (Sicilia)

Consulenza web: Alfio Casella

Canali e applicazioni

 

 

Deontologia

La rivista rispetta

gli articoli della Costituzione in materia specifica,

i precetti deontologici della professione,

i principi e le norme giuridiche obbligatorie

delle 'Carte'(OdG Nazionale)

La rivista non riceve finanziamento alcuno




© copyright scenariomusica.com 2011

cryptoweb web agency e consulenza seo